venerdì 20 marzo 2015

GALANTINA ACCOMPAGNATA DA GELATINA DI BRODO E CAROTE:




20 MARZO.... è arrivata la primavera....e tra poco festeggeremo anche la PASQUA...
Ricordo ancora quando da bambina caricavamo la macchina di borse frigo,tavolini,sedie per il pic-nic e via ...partenza verso campi verdi e pinete incontaminate,ho ben ancora in mente colori,suoni,odori e sapori.
Proprio per questo mi piace che nella mia tavola,sopratutto in questi giorni di festa ci sia sempre qualche piatto tipico della nostra tradizione che mi ricordi appunto momenti di vita vissuta ed essendo Toscana quale piatto migliore della galantina può rappresentare la Pasqua...!!!!

Allora vi lascio la mia ricetta adatta anche per una scampagnata fuori porta...:

- una gallina opp.galletto di piccole dimensioni già disossato(lo potete trovare in qualsiasi macelleria)
-1 cipolla
-1 carota
-1sedano
-200g di carne di vitello macinata
-50g di burro
-100g di mortadella
-3 uova
-mollica di pane
-2 cucchiai di parmigiano grattugiato
-1 spicchio d'aglio
-prezzemolo
-noce moscata
-sale e pepe
-1 foglio di gelatina
-1 manciatina di pistacchi

Mettere a bollire abbondante acqua in una pentola con gli odori e il sale.
Mettere a rossodare un uovo in acqua bollente per 5-6 minuti,togliere.sgusciare e lasciare freddare.
Rosolare nel burro la carne macinata,togliere dal fuoco,mettere in una zuppiera ed unire la mortadella tritata fine.
Unire anche 2 uova,la mollica bagnata con un po' di latte,il formaggio,un trito di aglio e prezzemolo,noce moscata,sale e pepe,fino ad avere un composto omogeneo e compatto.
Riempire la gallina con il composto(non troppo piene perché durante la cottura il composto aumenta di volume),l'uovo sodo e i pistacchi,chiudere e cucire con ago e filo bianco.
Metterla nell'acqua con gli odori e fate cuocere a fuoco basso per circa 2 ore,spengere e lasciare ancora dentro per 10 minuti poi togliere.
Lasciare freddare (meglio ancora se per qualche ora in frigo diventerà più compatta),poi servitela a fette accompagnata da gelatina.

Per la gelatina: prendere 2 mestolini di brodo e metterci un foglio di gelatina a sciogliere,quando la gelatina si è ben amalgamata unire la carota lessata nel brodo e mettere il tutto a solidificare in frigo.

 
Con questa ricetta partecipo al contest #Salatingelatina  del Molino Chiavazza
 
 




-